inconscio

L’Ombra

Il sufi a volte danza, ma mentre danza, al centro, rimane assolutamente immobile – il centro del ciclone


L’ombra è ciò che abbiamo rimosso nell’inconscio per paura di essere rifiutati dalle persone alle quali in passato era stata affidata la nostra vita: i genitori, i parenti, i vari educatori.
Sin da bambini abbiamo subito un ammaestramento per indurci a mostrarci gentili, educati o sorridenti, nascondendo all’interno ciò che per gli altri era vergognoso e non adatto ai canoni della nostra società.
Oggi l’Ombra è tutto ciò che non ci piace di noi, ciò che è stato depositato dal conscio nell’inconscio per paura di essere abbandonati e restare soli. L’Oscurità da sempre ci spaventa, è una realtà misteriosa, il baule nel quale abbiamo nascosto i segreti e i desideri indecenti perseguiti dalla collettività. L’Ombra ci accompagna da sempre più o meno latente, fa parte di noi; quando si svela di altro non si tratta che delle nostre paure che emergono.

La crescita personale della Coscienza è collegata strettamente alla conoscenza della propria Ombra. Con la negazione di una parte così importante di noi è facile osservare l’insorgere di una qualche manifestazione di squilibrio energetico e in seguito di una malattia vera e propria: l’energia è potere creativo che se non controllato e indirizzato con la volontà verso un fine preciso si ribella, creando pericolosi squilibri.
C’è un altro effetto importante da analizzare. La negazione e la rimozione della parte indesiderata di noi stessi può finire per creare un’attrazione molto forte con persone che sembrano essere in affinità con il nostro conscio. Tuttavia, proprio perché molto di quello che noi siamo si trova all’interno dell’Ombra, nel subconscio, l’affinità che ci sembra di aver raggiunto, con partner o amici, è solamente parziale e destinata a naufragare nel lungo periodo in quanto basata su fondamenta non solide.

L’Ombra nell’antichità, presso alcune culture, veniva definita come l’Avversario, ciò che impediva all’individuo la propria piena realizzazione, la maschera da togliere per scoprire il vero sé. Le menzogne frutto della maschera che si indossa quotidianamente non sono altro che la manifestazione della paura dell’inadeguatezza alla società e al sistema che ci circonda.
Svelare a noi stessi le nostre emozioni e i nostri pensieri più profondi, osservarle nei loro propositi, colori e tendenze, ci può essere d’aiuto per raggiungere il tanto agognato benessere psicofisico e portarci a vivere una vita più vera e in sintonia con quello che realmente siamo. Conoscere la propria Ombra significa anche poter ammaestrare le emozioni negative come rabbia, aggressività, timidezza, gelosia, inadeguatezza, etc.
Il successo dell’individuo è strettamente collegato al nostro inconscio e ai nostri demoni interiori, saperli controllare e capire è la chiave del benessere. Lo svelamento dell’Ombra e l’accettazione che è tutto parte di noi, porta equilibrio psicoenergetico e un sorriso più vero.

La metodologia Body Mind, che da anni tratta e si occupa con successo di queste tematiche delicate, ha elaborato un particolare massaggio capace di abbassare la tensione creata dai conflitti interni tra conscio e inconscio, accumulata nei tessuti, nelle ossa, nei muscoli e negli organi.
Il massaggio Body Relax ci aiuta proprio a far questo: ricondurre a noi stessi i nostri confini e il nostro territorio, liberandoci dalla paura del giudizio altrui e favorendo il riconoscimento del nostro vero sé.

allergie primaverili

Le allergie primaverili: cosa si può fare?

La primavera sembra essere finalmente arrivata anche quest’anno. Sfortunatamente accanto a tanti che gioiscono per il sole che torna a splendere alto in cielo dopo un inverno grigio e piovoso, ci sono tante persone che sono costrette a chiudersi in casa e vivere per un paio di mesi con un malessere tanto fastidioso, quanto di pessimo tempismo. Ci si riferisce ovviamente alle subdole allergie primaverili che ogni anno in questo periodo colgono più di 10 milioni di italiani, quasi un quinto della popolazione.

CAUSE E ORIGINE

Starnuti, naso che cola, occhi rossi, irritazioni cutanee, prurito, sono solo alcuni dei sintomi che affliggono chi soffre della cosiddetta febbre da fieno. La causa di questo tipo di allergia, così poi come in generale di tutte le allergie, deriva da uno scorretto funzionamento del sistema immunitario che tende a riconoscere delle sostanze in realtà innocue per l’organismo come invece potenzialmente dannose, finendo per combatterle e creare quei fastidiosi sintomi di cui si soffre. I sintomi e la loro intensità manifesta non solo uguali per tutti: dipendono ovviamente da molte cause. Principalmente dalla sostanza a cui si è allergici e dalla sua concentrazione nell’aria e nell’ambiente (condizioni atmosferiche, luogo sporco e polveroso, etc…), ma anche dalle caratteristiche soggettive dell’individuo: fisiche e psichiche.

CURE TRADIZIONALI

Le cure più comuni, prescritte da medici e consigliate da farmacisti, sono a base di antistaminici e cortisonici. Sono cure senz’altro efficaci nel breve periodo, andando nel primo caso a bloccare la stamina, una sostanza rilasciata durante la reazione allergica dal sistema immunitario, e nel secondo caso ad agire direttamente come potente antinfiammatorio. Tuttavia specialmente nel caso del cortisone ci sono diversi spiacevoli effetti collaterali comprovati dalla scienza a cui si deve andare incontro: aumento di ritenzione idrica, aumento dell’appetito, disturbi del sonno e iperattività, possibili problemi di acne e gonfiori del viso, depressione del sistema immunitario e via dicendo. Il tutto dipende dal tipo di terapia e dalla durata della stessa prescritta dal medico.

Sapendo dei possibili rischi e dei disagi che si possono incontrare durante cicli di terapie lunghe con farmaci potenti, può essere utile sapere che esistono anche dei rimedi naturali validi che, sebbene non possono sostituire le cure mediche ufficiali, risultano in molti casi degli ottimi alleati contro le allergie primaverili.

RIMEDI NATURALI: EVITARE LO STRESS, ALIMENTAZIONE CORRETTA E…MASSAGGI

Lavorare con rimedi naturali per combattere l’allergia significa andare ad agire su cause psichiche/emozionali e fisiche contemporaneamente.

Da un punto di vista emozionale e mentale risulta importante riconoscere e andare a combattere quelle emozioni negative che ci accompagnano e influenzano tutti i giorni. Stress, stanchezza, ripetitività, ansia, – chi non le prova quotidianamente? – sono le migliori alleate della febbre da fieno e le nostre nemiche numero uno in quanto contraggono, chiudono e rallentano tutte le nostre funzioni corporee, creando una problematica stasi energetica. Prendersi una pausa, staccare la spina per qualche ora durante un’intensa giornata lavorativa, piuttosto che dedicare qualche momento al nostro hobby preferito, al contrario, ci aiuta a rilassarci e a favorire il corretto deflusso energetico.

Sottovalutatissima è come sempre l’alimentazione, al contrario fondamentale. Accanto, ovviamente, ai cibi sconsigliati, per i quali si soffre di reazioni allergiche immediate, sarebbe utile correggere il proprio regime alimentare evitando cibi grassi (soprattutto di origine animale) e pietanze troppo complesse e zuccherine, che altro non fanno che rallentare e affannare le funzioni di digestione già stressate. Portano invece benefici vitamine e sali minerali contenuti in abbondanza in frutta e verdura cruda.

Trattamenti naturali più specifici sono ottenibili grazie al potere combinato di massaggi e oli essenziali.
Sembra ironico che la Natura che tanto fa dannare chi soffre di allergie, poi offra anche dei rimedi a questi disagi, e pure è così.

È stato provato in diversi studi che gli oli essenziali abbiano molte caratteristiche peculiari e non è un caso che nell’antichità e in alcune zone del mondo si curava, e tutt’ora si cura, con l’utilizzo di piante particolari. Analgesico, antisettico, antinfiammatorio, antimicotico, cicatrizzante, stimolante, sono solo alcune delle proprietà che gli oli essenziali estratti da limone, camomilla romana, eucalipto, menta, lavanda, rosmarino, etc, possono avere e svolgere. Sapientemente utilizzati in preparati e sinergie uniche, l’effetto antinfiammatorio viene moltiplicato e il prodotto finale è decisamente indicato in trattamenti non invasivi di tutti i sintomi della febbre da fieno.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese l’allergia primaverile deriva da un importante squilibrio energetico a livello di polmone e fegato. Il meridiano del fegato controlla la risposta immunitaria del corpo, mentre il meridiano del polmone è legato alla funzione ritmica respiratoria, all’eliminazione degli scarti e al buon mantenimento della pelle. In caso di reazioni allergiche, per la MTC, il fegato si trova in uno stato di eccesso, al contrario del polmone che è in carenza. Sarà necessario andare ad agire quindi con dei massaggi stimolanti lungo i punti del meridiano del polmone e contemporaneamente dei massaggi rilassanti nei punti del meridiano del fegato.

Combinando un sapiente massaggio, con dei potenti oli essenziali e non dimenticandosi di curare l’alimentazione, si diventa così in grado di andare ad agire, portando dei miglioramenti, sia direttamente sulle cause dell’allergia, sia sui sintomi esteriori. Il risultato non potrà che essere positivo.

La metodologia di lavoro Body Mind è in grado di coniugare questi tre fondamentali aspetti in una pratica aromaterapica che da subito porta grandi e visibili benefici per chi ne fa uso.